adico

Dati Istat: Italia impoverita (in tutti i sensi)

6,3 milioni di senza lavoro, oltre 1 milione over 50 cerca il posto. E’ la fotografia del nostro Paese nel 2013 fatta dall'Istat. In 5 anni sono andati via da Italia quasi 100 mila giovani. Questo il tema della 265^ puntata di "Diritti e rovesci" (martedì 3 giugno ore 9.40, mercoledì 5 ore 17.40).

Più tutele per chi viaggia in treno

Dall’assicurazione sul bagaglio alla bici portata in treno, dal biglietto a bordo se manca l’erogatrice in stazione alle informazioni ai passeggeri: tutti diritti che, sulla carta, i viaggiatori ferroviari hanno, ma che spesso rimangono lettera morta. Da adesso dovranno essere rispettati con rigore, pena sanzioni a molti zeri a carico delle imprese. Questo il tema della 264^ puntata di "Diritti e rovesci" (venerdì 30 maggio ore 17.40).

Vendite alimentari come nel 1982

Crollano le vendite al dettaglio, calano pesantemente gli acquisti di prodotti alimentari, e persino le retribuzioni salgono talmente poco (dell’1,2% su base annua) che pur andando indietro nel tempo, fino al 1982, non si trova un valore così basso. E soffrono anche i discount. Questo il tema della 263^ puntata di "Diritti e rovesci" (martedì 27 maggio ore 9.40, mercoledì 28 ore 17.40).

Acquisti online: belle novità dalle norme europee

Dal prossimo 13 giugno maggiore trasparenza e diritti per per gli acquisti online e al telefono o comunque al di fuori dei locali commerciali. Si allunga a 14 giorni il termine per esercitare il diritto di recesso, i contratti non potranno più essere attivati solo col consenso telefonico e stop alle commissioni extra Questo il tema della 262^ puntata di "Diritti e rovesci" (giovedì 22 maggio ore 9.40, venerdì 23 ore 17.40).

20.000 euro di gas? Non l'accendiamo!

20.000 euro in una sola bolletta del gas: era arrivata nel 2007 ad un socio dell'Adico. da poche settimana la vicenda si è conclusa positivamente con lo storno della cifra e il cambio del contatore. Questo il tema della 260^ puntata di "Diritti e rovesci" (giovedì 15 maggio ore 9.40, venerdì 16 ore 17.40).

Tasi, groviglio di aliquote e scadenze

Con la nuova Tasi e le sue aliquote variabili da Comune a Comune, le scadenze diversificate, la base di calcolo rivalutata i cittadini più penalizzati saranno quelli di Venezia. Questo il tema della 259^ puntata di "Diritti e rovesci" (martedì 13 maggio ore 9.40, mercoledì 14 ore 17.40).

Bollo auto, bollo pazzo

Sono comunque sempre numerosissimi i cittadini, provenienti da tutte le province venete, alle prese con problemi legati al pagamento del bollo auto. Nella maggior parte dei casi tutte le segnalazioni nascono con buona probabilità da una comunicazione difettosa tra gli uffici della Motorizzazione e quelli della Regione. Questo il tema della 258^ puntata di "Diritti e rovesci" (giovedì 8 maggio ore 9.40, venerdì 9 ore 17.40).

Tares, un Comune chiede aiuto all'Adico

Il Comune di Mogliano (TV) bussa alla porta dell'Adico, Associazione Difesa Consumatori, per chiedere aiuto contro la nuova Tares, la tassa sui rifiuti, che penalizza oltremodo alcune categorie di esercenti, in particolare le pizzerie al taglio e le fiorerie, che ora rischiano addirittura la chiusura, non potendo sostenere l'onere di una tassazione aumentata del 60% nel giro di un anno. Questo il tema della 257^ puntata di "Diritti e rovesci" (martedì 6 maggio ore 9.40, mercoledì 7 ore 17.40).

Giovani e bambini colpiti dall'azzardo

Il gioco d'azzardo, pur riservato per legge ai soli maggiorenni, coinvolge e colpisce sempre più giovanissimi: almeno 800.000 bambini e adolescenti italiani fra i 10 e i 17 anni, ovvero il 20%. E la tentazione riguarda anche i più piccoli: addirittura 400.000 bimbi fra i 7 e i 9 anni hanno già scommesso la paghetta su lotterie o scommesse sportive. Questo il tema della 256^ puntata di "Diritti e rovesci" (venerdì 2 maggio ore 9.40).

Pensavo fosse un premio, invece erano pentole

Prima un sondaggio telefonico, poi l'annuncio di u premio da ritirare in un hotel, alla fine una batteria pentole da 6.000 euro consegnata a domicilio. Vicenda purtroppo molto frequente quella accaduta ad una famiglia mestrina, che fortunatamente è riuscita a far valere il recesso.

Condividi contenuti