treviso basket

Vittoria di cuore e di testa per Treviso Basket

Per la terza volta emozioni pure fino all'ultimo secondo. Questa volta prevale Treviso su un campo dove non aveva mai vinto dal 2012: 79-81 con un finale caratterizzato dalle lunghe sequenze (e tanti errori, 12 su 36 alla fine per i biancocelesti) di tiri liberi. Treviso doveva fare la gara perfetta e ha avuto un impatto positivo fin dai primi minuti, rimanendo avanti praticamente per tutta la gara con il +10 all'intervallo, contenuto a +6 prima dell'ultimo quarto. Nel finale la Fortitudo rimette la testa avanti sul 65-62, poi Treviso piazza un 12-0 di parziale fino allo stllicidio finale dalla lunetta. Si torna lunedì alle 20.30 nell'infuocato (e non solo in senso figurato) PalaDozza. I commenti a fine gara di Matteo Boniciolli, Stefano Pillastrini e capitan Matteo Fantinelli.

Sconfitta bis, Treviso spalle al muro

Il film si è ripetuto: anche gara 2 punto a punto decisa negli ultimi centesimi di gara, con Bologna che vince con merito (avanti nel punteggio per tre quarti di gara) e ora ha 3 possibilità di guadagnarsi la semifinale. Treviso basket non riesce a scardinare l'arcigna difesa della Fortitudo, perde meno palloni rispetto a gara 1, ma sbaglia 10 tiri liberi; complici alcuni acciacchi per Moretti, Fantinelli e Perl, gli uomini di Pillastrini non riescono ad imporre il proprio ritmo in attacco, subendo in difesa la classe di Montano, Cinciarini e Mancinelli. Sabato (ore 19) servirà la gara perfetta ai biancocelesti e Bologna dal canto suo non dovrà pensare di aver già vinto; lo hanno detto in sala stampa i due allenatori Boniciolli e Pillastrini.

Primo round alla Fortitudo, Treviso non trova la zampata

Altro che serie A2! Ha ragione coach Boniciolli nel definire questa gara e questa serie di quarti di finale fra Treviso Basket e Fortitudo Bologna un evento tecnicamente e sportivamente superiore a diverse partite del massimo campionato. Le emozioni non sono mancate fino all'ultimo secondo con la palla della possibile vittoria rimasta in mano a Moretti sulla rimessa in attacco. Finisce 77-78 e ancora una volta i biancocelesti devono recriminare per le 14 palle perse e per non aver saputo incidere con ritrmi alti nella fase offensiva: Bologna non è mai andata a rimbalzo di attacco, pronta sempre a chiudere le maglie difensive e stroncare i contrattacchi avversari. 4 usciti per falli sono un dato ulteriore che dice l'intensità della gara e il metro aribtrale piuttosto stretto. Qualche tensione fra tifosi sugli spalti in occasione di una protesta di Candi, ma per il resto è stato un grande spettacolo di tifo e di pubblico, pur senza il tutto esaurito. Mercoledì 17 (ore 20.30) si replica al Palaverde, sabato 20 (ore 19) trasferta al PalaDozza. Le dichiarazioni a fine gara dei due allenatori...

Tutto l'Universo attorno al basket

In principio fu la Duomo Folgore, poi la Liberti, in seguito l'epopea marchiata Benetton e oggi il Consorzio Universo Treviso, 117 aziende che sostengono economicamente la squadra di basket biancoceleste, di cui BluRadioVeneto è radio ufficiale da più di un anno: Treviso Basket, nata appena 5 anni fa, sta tentando il ritorno nella massima serie, spinta dalla qualità dei suoi giocatori e staff tecnico, dal caloroso apporto del pubblico e dalla rete di aziende che via via si aggiungono, credendo nel progetto sportivo e imprenditoriale. Il fatturato complessivo dei consorziati è di oltre 2 miliardi di euro e più di 5000 i dipendenti. Di questa galassia, dei suoi aspetti economici e anche delle questioni agonistiche abbiamo parlato col presidente Marco Fabbrini.

Treviso veleggia in Sicilia e aspetta una Fortitudo

Missione compiuta. De Longhi Treviso basket è la prima squadra qualificata ai quarti di finale dei playoff di A2: altra convincente vittoria (80-72) sul parquet del PalaConad di Trapani, con prove maiuscole di Perl, Fantinelli, Moretti e Rinaldi, supportati da tutti gli altri. Avere rotazioni complete e qualità tecniche e fisiche al momento giusto sta dando frutti. Con un parziale di 22-0 nel secondo quarto i biancocelesti spengono le ultime velleità granata e ora si godono qualche giorno in meno di gare e qualche allenamento in più, in attesa di conoscere l'avversaria dei quarti, a partire da lunedì 15 al Palaverde, una volta conclusa l'adunata degli Alpini.  Di sicuro sarà la Fortitudo;

Ubriachi di Moretti, Treviso basket in rimonta va sul 2-0

Che sarebbe stata una gara diversa da quella di domenica era chiaro a tutti. Trovarsi sul -16, dominati a rimbalzo al 17' è stato quasi un incubo. Brava Trapani a chiudere meglio i terminali offensivi biancocelesti, meno fluida e precisa Treviso con soli 25 punti a segno all'intervallo lungo. Il lungo recupero si concretizza prima con un parziale di 8-0 sul finire del secondo quarto, poi con un 5-0 in apertura del terzo. Sale in cattedra Davide Moretti (tre triple consecutive e Mvp) e tutta la squadra lo segue: Rinaldi ancora solidissimo, Perl nascosto ma prezioso (13 punti di sostanza), Perry meno efficace di gara 1 ma costante e ancora in doppia doppia. Ora il match point per passare subito ai quarti sarà venerdì a Trapani, mentre altre "grandi" hanno perso o quantomeno faticato in gara 2. I commenti a fine gara di Rinaldi, Fantinelli e dei due allenatori.

Gara 1 va a Treviso, vittoria di squadra

Finalmente al completo Treviso può sfatare il tabu di gara 1 dei playoff: vince 86-74 su Trapani, che ha mostrato tutte le sue caratteristiche positivie, sopratutto nel tiro pesante. Per i biancocelesti il milgiore è stato Perry (23 punti, 10 rimbalzi in soli 20 minuti), molto bene anche Perl, un ispirato Fantinelli, il cecchino Saccaggi, i solidi Rinaldi e Malbasa, ma è stata tutta la squadra a dimostrare la sua forza. In particolare dopo il passaggio centrale della gara, favorevole ai siciliani passati dal 42-29 al 49-49. Martedì sera subito in campo per gara 2 prima della trasferta di venerdì. I pochissimi tifosi granata, consci di essere arrivati in uno dei templi del basket, hanno sfoggiato il cartello "m...a, al Palaverde sugno!!!" Le interviste a fine gara con Andrea Saccaggi e gli allenatori Ducarello e Pillastrini.

Treviso batte Recanati nonostante gli acciacchi

75-62, vittoria tutt'altro che scontata per la De Longhi Treviso contro Recanati ultima in classifica. Sotto 20-27 al 15', la squadra di Pillastrini reagisce e piazza un parziale di 15-1, segnando con continuità pe il resto della gara. Nonostantte gli acciacchi patiti da Negri, Fantinelli, Perry e Rinaldi, e la perdurante assenza di Saccaggi (forse di rientro domenica a Verona) i biancocelesti continuano a mantenere la vetta della classifica in coppia con la Virtus Bologna. I commenti a fine gara di Zoltan Perl, Davide Moretti, Giancarlo Sacco e Stefano Pillastrini.

Treviso Basket rivede la testa della classifica

Vittoria facile contro la Proger Chieti dell'ex DeCosey (80-47): Treviso Basket approfitta anche della sconfitta della Virtus a Verona e di quella di Trieste a Piacenza, per puntare di nuovo al primo posto, ora a vantaggio delle V nere solo per differenza canestri. O-ttimo inserimento di Perl e prova buona per tutti, considerando che l'avversario non ha opposto grandi resistenze (54-27 i rimbalzi). I commenti a fine gara di coach Bartocci e Matteo Piccoli per Chieti e del vice allenatore Tabellini per Treviso

Treviso batte Roseto e pensa alla Coppa Italia

Vittoria importante per la classifica (ancora seconda dietro alla Virtus e davanti a Trieste) e per il morale in vista della Coppa Italia (venerdì alle 15.30 la sfida contro la Virtus Roma degli ex Vedovato, Sandri e Maresca): la De Longhi Treviso batte un'ostica Roseto con un ottimo primo tempo (38-20), una marcatura arcigna di Negri su Smith (alla fine "solo" 20 punti per lui), un'ottimo Ancellotti (13 punti e 15 rimbalzi alla fine). Manca la continuità e per i 10 minuti del terzo quarto sono stati gli avversari a prevalere nettamente. I commenti a fine gara di Malbasa e Rinaldi che oggi hanno tagliato il traguardo delle 100 partite in maglia trevigiana, e dei due alllenatori Di Paolantonio e Pillastrini

Condividi contenuti