Cittadella, che rammarico

Versione stampabileVersione PDF

Preliminari play off promozione di serie B. Il Cittadella, nonostante l'assedio finale, si arrende a un Carpi più cinico e concreto. Simone Francescon intervista il direttore generale del Cittadella Stefano Marchetti.

CITTADELLA-CARPI 1-2

Venturato deve fare a meno degli infortunati Scaglia e Benedetti, ma recupera all'ultimo Litteri e Varnier. Nel 4-3-1-2 cittadellese, Pascali affianca Pelagatti al centro della difesa, mentre Chiaretti giostra dietro ai due attaccanti Litteri ed Arrighini. Castori ha l'intera rosa a disposizione e sceglie Struna in mezzo al pacchetto difensivo. Nel 4-4-2 carpigiano, il tandem d'attacco è costituito dai temibili Mbakogu e Lasagna.
Parte con decisione il Cittadella e al 1' Arrighini calcia di poco a lato alla sinistra di Belec. Il Carpi è sempre insidioso nelle ripartenze e al 9' Alfonso si supera, distendendosi sulla destra e mettendo in corner una conclusione di piatto destro di Di Gaudio. Il Cittadella risponde un minuto più tardi con un tiro dalla sinistra di Litteri, deviato sul fondo da Belec, portiere emiliano. Al 20' il Carpi si fa vivo con Lasagna, la cui battuta, rimpallata dalla difesa granata, viene poi respinta da Alfonso. Il Carpi sblocca il risultato al 32' con una bomba di Lollo da venticinque metri, che infila il pallone alla sinistra di Alfonso. I granata subiscono il colpo e al 38' Di Gaudio scende sulla sinistra e serve Lasagna, il cui tiro a incrociare viene respinto con difficoltà da Alfonso. Il primo tempo si conclude, dopo un solo minuto di recupero, con il Carpi in vantaggio 1-0. A inizio ripresa, Lasagna impegna severamente Alfonso su punizione da destra al 52', con il portiere granata costretto ad alzare oltre la traversa. Nell'azione d'angolo seguente, Alfonso, con un colpo di reni, impedisce al pallone di entrare in rete, dopo un tiro ancora di Lasagna. Venturato prova a correre ai ripari, gettando nella mischia Iunco al posto di Chiaretti. Il Carpi insiste e sfiora il goal al 63' con Bianco, che spreca da ottima posizone. Il Cittadella si affaccia in area carpigiana al 64', quando Iunco apre sulla sinistra ad Arrighini, il quale mette in mezzo per l'accorrente Bartolomei, il cui colpo di testa viene bloccato da Belec. Il Carpi è micidiale nelle ripartenze al 65' raddoppia con Mbakogu, il quale non fallisce di fronte ad Alfonso, a seguito di un'azione confezionata da Letizia e Lasagna. Venturato inserisce anche Schenetti al posto di Bartolomei e Iunco accorcia le distanze subito dopo, al 67', quando su cross al volo da sinistra di Valzania, di testa schiaccia in rete. A questo punto Venturato si gioca anche la carta Kouame, togliendo uno stremato Litteri. Castori risponde con il fresco Concas al posto di Di Gaudio. All'80' Belec si supera in sequenza prima su Iori e poi su Valzania. Il Cittadella assedia la porta del Carpi: nei sei minuti di recupero, la palla attraversa per ben due volte l'area del Carpi, ma nessun granata riesce a insaccare. Finisce 2-1 per il Carpi, atteso ora dal Frosinone, e per il Cittadella si conclude comunque una stagione strepitosa.

Per BluRadioVeneto: 
Simone Francescon