Cittadella stop inatteso, Venezia corsaro

Versione stampabileVersione PDF

Settima giornata in serie B. Il Cittadella perde in casa, sbattendo adosso a un Entella cinico e smaliziato. Il Venezia espugna Bari dopo un match rocambolesco.

CITTADELLA-ENTELLA 0-1

Venturato deve fare a meno degli influenzati Varnier e Salvi e di Iunco per motivi personali. Il consueto 4-3-1-2 granata vede Litteri al fianco di Kouamè in avanti. Castorina si affida a un modulo speculare, con Nizzetto e Aramu di punta.
Il Cittadella parte con determinazione e al 1', su invito di Kouamè, nessun cittadellese riesce a deviare verso la porta ligure. Al 4' è Settembrini, con una conclusione dal limite, a costringere Iacobucci alla deviazione sul fondo. Dopo una chance per Pasa, al 15' si fa vivo l'Entella con lo sgusciante Diaw che, in fulminea ripartenza, mette in mezzo dove però Alfonso, in uscita provvidenziale, anticipa Luppi. Al 28' ecco un episodio che fa discutere: su retropassaggio azzardato di un compagno, Iacobucci salva la propria porta con le mani, distendendosi sulla propria destra (in modo irregolare), ma l'arbitro Martinelli fa proseguire tra le proteste cittadellesi. Al 45' l'Entella passa in vantaggio: Lupoli entra in area da destra e cade dopo un contrasto con Pezzi: l'arbitro indica il dischetto e dagli undici metri Troiano segna il goal dell'1-0.
Nella ripresa Venturato rimescola le carte gettando nella mischia Chiaretti, Strizzolo e Siega ma, nonostante il predominio territoriale, la formazione granata fatica a trovare varchi. L'Entella, ben organizzato e smaliziato al punto giusto, tiene bene fino al quinto minuto di recupero, senza particolari patemi. Finisce 1-0 per i liguri e per il Cittadella è il primo stop casalingo, terzo in campionato. L'ex Michele Pellizzer (il primo da sinistra in foto), ai microfoni di Challenger su Radio Sportiva, aveva pronosticato la vittoria di misura al Tombolato.
Il Venezia espugna il Liberati di Terni dopo un match rocambolesco e al cardiopalma. Zigoni porta aventi i lagunari già al 2', che raddoppiano nela ripresa, al 58', grazie a un autorete clamorosa del portiere umbro Plizzari. In due minuti, però, tra l'83' e l'84' la Ternana agguanta il pareggio con Montalto e Varone. Il Venezia non ci sta e al 92', sugli sviluppi di un corner di Bentivoglio, Domizzi svetta e insacca di testa in rete per il 3-2 definitivo.Gli uomini di Inzaghi raggiungono il Cittadella nel gruppo a 10 punti, in attesa dei posticipi Foggia-Novara e Frosinone-Cremonese.

Per BluRadioVeneto: 
Simone Francescon