E' ancora Nuova Zelanda ai Mondiali Veneti Under 20

Versione stampabileVersione PDF

Al termine di una delle più belle ed entusiasmanti partite di rugby mai giocate sul territorio italiano, la Nuova Zelanda si laurea per la quarta volta consecutiva Campione del Mondo Under 20, superando per 33-22 l’Inghilterra nella Finale del Junior World Championship svoltosi in Veneto.

 
Per la quarta volta consecutiva la Nuova Zelanda vince i mondiali Under 20 di rugby. I giovani All Blacks superano con disinvoltura 33-22 l'Inghilterra alo stadio Plebiscito di Padova, gremito in ogni ordine di posto.
Rugby ad altissimi livelli quello che viene offerto nella finalissima, con l'Inghilterra che costruisce molto ma realizza meno del dovuto, trovandosi davanti una Nuova Zelanda spavalda, cinica ed implacabile. I giovani neozelandesi fanno della difesa la propria forza, per poi sfruttare tutte le occasioni che gli avversari concedono, spesso in modo gratuito. Decisiva, a pochi minuti dal fischio finale, risulta la meta dell’estremo neozelandese Beauden Barrett, su un pallone perso dal XV della Rosa che spezza l’equilibrio del match – si era sul 26-22 per la Nuova Zelanda – consegnando di fatto la vittoria e la coppa nelle mani del capitano dei Baby Blacks, Luke Whitelock.
L'Australia conquista il gradino più basso del podio, superando per 30-17 la Francia, mentre il Sudafrica, grande delusione del Mondiale veneto, chiude in quinta posizione travolgendo Fiji 104-17 al Monigo di Treviso. I giovani australiani ospiteranno la prossima edizione della rassegna iridata giovanile, in programma nell'estate del 2012. L’Italia, padrona di casa, consegue l’undicesima piazza ed il diritto a partecipare a “Sudafrica 2012” superando con il punteggio di 34-22 le isole Tonga al Battaglini di Rovigo. Bella solo a tratti, ma sicuramente molto efficace, l'Italia riesce almeno a preservare la propria presenza nel Junior World Championship. Il coach Cavinato sorride al risultato positivo e commenta: "abbiamo fatto il possibile, anche se alla vigilia speravamo in un piazzamento migliore".

Per BluRadioVeneto: 
SIMONE FRANCESCON