Le malattie rare si combattono anche alla Banca degli Occhi di Mestre

Versione stampabileVersione PDF

Parte dalla storia di una giovane padovana, la diciottenne Giulia, lo studio che mira a curare una grave patologia rara, l'EEC, che colpisce gli occhi e che vede nella terapia genica uan futura possibilità di cura. Il nuovo progetto ha preso il via oggi nella sede della Fondazione Banca degli occhi di Mestre e vede la collaborazione del dott.Colin Willoughby del Royal Victoria Hospital di Belfast, in Irlanda.
 
Il dott. Diego Ponzin, direttore della Fondazione ci spiega in cosa consiste la patologia

Per BluRadioVeneto: 
Fiorella Girardo