Le notizie e l'informazione

Codevigo, presepe vivente col pensiero ai terremotati

L'Unità Pastorale di Codevigo ha proposto per il terzo anno il presepe vivente, con l'allestimento di un vero e proprio villaggio, 150 figuranti e un lavoro di preparazione che parte già nel cuore dell'estate.

Bene e male nell'incontro tra religioni

Giovedì 12 gennaio 2017 si apre nella sede della Facoltà (via del Seminario 7 a Padova, ore 17). il ciclo di conferenze Dove va la morale? Bene e male nell’incontro tra le religioni, promosso da Facoltà teologica del Triveneto e Fondazione Lanza. Ne parliamo col prof. Simone Morandini.

Faccia a faccia col teatro di strada

Nell'ambito del programma di “SBARADAM!Pro”, laboratorio sul Teatro di Strada, Auló Teatro promuove “Faccia a faccia”, una giornata a porte aperte con ospiti d'eccezione tutta dedicata al dialogo sull’Arte di Strada.
L’appuntamento è per sabato 14 gennaio 2017 a partire dalle 9.30 presso il Tempio della Pace a Padova e si rivolge a tutti coloro che vogliono sapere di più sull’Arte di Strada, ascoltando la parola di esperti e protagonisti.
A raccontare e a fornire la propria testimonianza, nel corso della mattinata, ci saranno Manuela Frontoni, regista di Auló Teatro (nostra ospite telefonica) e Alessandro Serena, professore dell’Università di Milano e presidente dell’associazione Circo e dintorni.

"Patire la fame" nel Presepe di Segusino, 30^ edizione

Tra le pendici della pedemontana trevigiana e bellunese, da 30 anni la comunità di Segusino propone il Presepe artistico: ogni anno un tema da sviluppare nell'ambientazione della ex casa del cappellano e salendo per i borghi alla scoperta di altri allestimenti. Ascolta qui sotto l'intervista a Carlo Stramare o leggi l'articolo su "La Difesa del popolo"

Veneto Banca e Popolare Vicenza, arrivano le offerte di rimborso

Due numeri (15 e 9) e due mesi tempo per chiudere un capitolo e tentare di iniziarne un altro. Dovranno farci i conti entro il 15 marzo 75.000 azionisti di Veneto Banca e 94.000 di Banca Popolare Vicenza. I due istituti, avviati verso la fusione nel corso del 2017, hanno fissato la quota di indennizzo forfettario (altrimenti definito “offerta di transazione”) per restituire in parte minima il valore delle azioni vendute negli ultimi 10 anni solari a partire dal 1° gennaio 2007.

A Roncajette presepe vivente coi veri profughi

Il 1 e 6 gennaio 2017 si svolge a Roncajette la quattordicesima edizione del presepe vivente. Tra le novità di quest’anno, anche la collaborazione e la presenza di alcuni dei profughi del progetto Sprar accolti nel Comune. Continua a leggere sulla Difesa del popolo o ascolta qui sotto l'intervista al vicepresidente del Circolo Noi Emanuele Alibardi

Cristiani verso la riconciliazione

Il dialogo e gli incontri sempre più fraterni tra cattolici e ortodossi, la recente presenza di Papa Francesco in Svezia per l'avvio delle celebrazioni dei 500 anni della Riforma Luterana (1517-2017) fanno da sfondo alla prossima Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani come sempre dal 18 al 25 gennaio, precedeuta dalla Giornata di dialogo tra cristiani ed ebrei.

Dal 9 gennaio il nuovo BluMattino

Il 2017 porta alcune novità nella programmazione di BluRadioVeneto: la prima parte di BluMattino condotta da Mirco Cavallin dalle 6 alle 9 da lunedì a sabato propone ancora più informazione e approfondimenti, con uno sguardo ampio alla comunità diocesana e alla realtà del mondo dell'Italia. Il programma sarà realzziato in stretta collaborazione con "La Difesa del popolo"

Profughi, l'esperienza dello Sprar a Ponte San Nicolò

In questi primi giorni del 2017, dopo i fatti di Cona, si è fortemente riacceso a livello nazionale il dibattito sulla gestione dei migranti, dei richiedenti asilo, dei clandestini, dei profughi. Il Viminale poco prima di Natale ha firmato con l'Anci l'accordo che stabilisce la quota di 2,5 persone ogni 1000 abitanti per l'accoglienza dei profughi già riconosciuti con questo status nello Sprar, sistema già attivo da diversi anni, che è stato accettato su base volontaria solo dal 30% dei Comuni italiani. Tra questi c'è Ponte San Nicolò alle porte di Padova. Ne parliamo con l'assessore ai Servizi sociali Marta Burattin

Il "Premio della bontà" parla di indifferenza

Il tema della 43^ edizione del Premio nazionale della Bontà di Sant’Antonio, che verrà assegnato il 20 e il 21 maggio 2017 a Padova, prende spunto dalle luminose parole di Papa Francesco: “Il virus dell’indifferenza ci fa chiudere occhi e cuore di fronte ai bisogni di chi ci sta accanto”. Hai un suggerimento per curare questa malattia e divenire, come dice Papa Francesco, albero di vita, che assorbe l’inquinamento dell’indifferenza e restituisce al mondo l’ossigeno dell’amore?