Padova superiore, il Bassano si arrende

Versione stampabileVersione PDF

Decima giornata in serie C. Nell'anticipo del venerdì, il Padova supera con autorità il Bassano e vola ai piani alti della graduatoria, sorpassando proprio i giallorossi bassanesi.

PADOVA-BASSANO 1-0

Bisoli deve fare a meno di Mandorlini e al suo posto lancia dall'inizio Riccardo Serena. Nel 4-3-1-2 biancoscudato, il tandem offensivo è costituito da Guidone e da Capello. Magi risponde con un modulo speculare, con Minesso a supporto di Fabbro e Diop.
La partita è inizialmente tesa, con pochi spunti di rilievo. Al 19' Guidone gira di testa debolmente a lato. Al 29' il Padova guadagna un rigore per chiaro fallo in area di Bizzotto ai danni di Capello: dal dischetto, lo stesso Capello spiazza Grandi per l'1-0 biancoscudato (vedi foto). Il Bassano Virtus prova a reagire con Diop che, al 37', spedisce di testa ampiamente sul fondo. In chiusura di tempo, Pulzetti fa cinquanta metri palla al piede per le vie centrali e conclude dal limite, trovando pronto Grandi alla respinta. Il primo tempo si chiude con il Padova in vantaggio 1-0.
A inizio ripresa, la squadra di Bisoli sale in cattedra e in tre occasioni sfiora il goal del raddoppio. Al 50' Grandi si supera, alzando in angolo un violento colpo di testa di Cappelletti sugli sviluppi di un corner. Al 53', il portiere bassanese compie un doppio intervento risolutore, prima su tiro da fuori di Pinzi e poi sul susseguente tap-in di Serena. Magi prova a vivacizzare l'attacco giallorosso con l'inserimento di Venitucci, ma il Bassano produce soltanto un colpo di testa insidioso di Diop al 68'. Nel finale si registra anche un tentativo poco convinto di Minesso. Il Padova controlla senza patemi e conquista l'intera posta in palio, salendo al vertice della classifica con Pordenone e Sambenedettese (che riposa), in attesa del match tra i ramarri e il Mestre.
 

Per BluRadioVeneto: 
Simone Francescon