Pordenone nuovo leader, Padova pari scialbo, Bassano buon punto

Versione stampabileVersione PDF

Settima giornata in Lega Pro. Reti bianche tra Padova e Mantova dopo un match povero di emozioni. Il Bassano torna con un punto da Modena. Nel big match, il Pordenone supera di misura il Venezia e lo scalza dalla vetta della classifica. Simone Francescon intervista Riccardo Gaiola del Padova.

PADOVA-MANTOVA 0-0

Brevi rilancia il rientrante Alfageme in attacco a fianco di Altinier, con il giovane Gaiola regista nel consueto 3-5-2. Prina opta per il 3-4-3, con Marchi punta centrale.
Si fa vedere per primo il Mantova, con una conclusione imprecisa di Zammarini. I virgiliani, nel primo quarto d'ora, mantengono un leggero predominio territoriale e al 18' Cristini tira alto, sugli sviluppi di una punizione dalla sinistra di Salifu. Il primo acuto del Padova è targato Madonna, al 21', con un tiro ampiamente sul fondo. Un minuto più tardi Altinier, ex Mantova, costringe Bonato adl alzare il pallone oltre la traversa. Al 26' Salifu esce per infortunio e viene sostituito nel Mantova da Di Santantonio. Il Mantova sfiora il goal al 34': dopo un rinvio sbagliato di Bindi, il pallone giunge a Raggio Garibaldi, il quale prova a sorprendere il portiere biancoscudato con un tiro da venti metri, ma il pallone si spegne di poco sul fondo. Il Padova si sveglia verso la fine del tempo e al 44' Favalli mette i brividi alla difesa virgiliana con un diagonale dalla sinistra. Nel finale di tempo il Padova preme, ma il risultato non si sblocca e la prima frazione si chiude sullo 0-0.
La ripresa, almeno inizialmente, non riserva particolari sussulti, a parte un tiro a lato del padovano Gaiola e una punizione dal limite senza esito positivo battuta dal Mantova. Brevi rimescola le carte e toglie proprio il giovane Gaiola, sostituendolo con Mazzocco.  Più tardi, il tecnico padovano avvicenda anche l'evanescente Alfageme con Germinale in avanti. E' però il Mantova a rifarsi sotto, con un tiro alto di Zammarini da sinistra al 67'. Al minuto 81' il padovano Dettori calcia alto una punizione dal limite. Il Mantova va vicino al vantaggio all'84', quando Regoli entra in area da sinistra e manda il pallone a stamparsi sul palo esterno alla destra di Bindi. Finisce con uno 0-0 scialbo, dopo quattro minuti di recupero.
Il big match di Pordenone registra il successo di misura dei friulani sul Venezia per 1-0. Al Bottecchia risolve Semenzato al 27' con un rasoterra che sorprende il portiere lagunare Facchin. In precedenza, al 17', il veneziano Marsura avava colpito una traversa clamorosa. Nella ripresa, gli uomini di Inzaghi sfiorano il pari con Bentivoglio, Pederzoli e Ferrari, ma nel finale Facchin è bravissimo a sventare su Berrettoni e Cattaneo.
Il Bassano torna con un buon punto da Modena. Al Braglia il match si chiude sullo 0-0, con poche occasioni di rilievo.
La classifica ora recita Pordenone 16, Venezia 14, Sambenedettese e Feralpi Salò 13, Parma e Bassano 12, più indietro Padova 9 (con una partita da recuperare).

Per BluRadioVeneto: 
Simone Francescon