Porto, Bassano e Treviso corsari, Venezia champagne

Versione stampabileVersione PDF

I risultati delle altre venete. In prima divisione, il Portogruaro espugna Lanciano e sale nel gruppone delle seconde, dietro al Siracusa. Il Bassano compie il colpaccio a Frosinone. In seconda divisione, il Treviso si aggiudica il derby veneto a San Bonifacio e torna primo. In serie D gir. C, il Venezia prende il largo. In serie D gir. D l'Este rimane al comando in solitudine.

In prima divisione gir. B, il Portogruaro espugna il campo dell'ex capolista Lanciano (vedi foto) e si inserisce nel gruppone delle seconde a quota ventidue, a due punti dal neo capolista Siracusa (vittorioso 1-0 a Prato). Il Porto, schierato con il 4-4-2, rimane in dieci poco oltre la mezz'ora per l'espulsione comminata a Fedi. A questo punto, il Lanciano sale in cattedra ed usufruisce di un calcio di rigore per fallo di Pondaco su Chiricò. Ma l'arbitro La Penna rivede la sua decisione su segnalazione dell'assistente ed impedisce al Lanciano di battere il penalty fra le proteste generali. Gli uomini di Rastelli non si disuniscono, anzi, si arroccano nella propria metà campo e, al 90' trovano addirittura il goal della vittoria con Corazza che, in contropiede, vince un rimpallo con Amenta, e trafigge il portiere del Lanciano.
Il Bassano compie il colpaccio al Matusa di Frosinone, dove si impone 2-1 al cospetto degli uomini allenati dall'ex tecnico del Padova Carlo Sabatini. Mattatori dell’incontro sono i bassanesi Longobardi e Morosini che con i loro gol staccano il biglietto per tre punti pesantissimi. La gara è condizionata dall’espulsione del terzino sinistro ciociaro Fautario, reo di aver offeso il guardalinee, al 31’ del primo tempo. Ma il Bassano ha il merito di condurre una partita perfetta, nel senso di assecondare alla lettera quanto il suo tecnico, Osvaldo Jaconi, aveva chiesto, cioè di giocare con cinismo e concretezza. Il Bassano raggiunge il Piacenza in terz’ultima posizione e mette nel mirino Fidelis Andria, avversario della partita di recupero di mercoledì.
La Triestina di Nanu Galderisi torna alla vittoria, espugnando il Garilli di Piacenza con un perentorio 3-0. I giuliani mantengono una posizione medio bassa in graduatoria.

In seconda divisione gir. A, i gemelli del goal Perna e Ferretti trascinano il Treviso al successo esterno (0-2) in casa della Sambonifacese. Dopo sedici giornate, gli uomini di Zanin, in virtù del pareggio a reti bianche del Casale ad Entella, riagguantano i piemontesi in cima alla classifica. A San Bonifacio, nel veronese, il Treviso va in rete al 20' con Ferretti che, di piatto destro, anticipa tutti e insacca, raccogliendo al meglio un cross dalla sinistra di Malacarne. Al 73' arriva l'occasionissima per la Sambonifacese: Tecchio ruba palla e lancia Finotto a tu per tu con Sartorello, ma il giovane attaccante rossoblù controlla male di esterno destro, e la palla finisce lentamente tra le braccia del portiere trevigiano. Due minuti più tardi arriva il raddoppio che chiude la partita: Giorinco batte una punizione dalla tre quarti, Maracchi è anticipato dal portiere in uscita coi pugni, la palla finisce a Perna che con un pallonetto sigla il 2-0 definitivo.

In serie D gir. C, il Venezia gioca a tennis con i vicentini del Sarego e stravince 6-2 al Penzo. I lagunari prendono il largo e portano a otto i punti di vantaggio sul Delta Porto Tolle, fermato sull'1-1 dal San Donà Jesolo. Per il Venezia realizzano Zubin e Lauria (doppietta), Florean e D. Oliveira, con l'intervallo delle reti vicentine siglate da Vianello. Sassarini dispone di un attacco atomico, con giocatori dotati di grande tecnica e micidiali negli ultimi sedici metri, oltre che su calcio piazzato (vedi Lauria, autore di un altro goal su punizione).
Il Delta Porto Tolle viene fermato sull'1-1 allo Zanutto di Sandonà. Gherardi porta in vantaggio i rodigini al 40', quando Marangon, velocissimo, effettua un affondo sulla sinistra e cross in mezzo per il compagno, che stacca di testa e infila il portiere Tomei alla sua sinistra. La replica del Sandonà Jesolo arriva al 73', sempre di testa, con Fantin.
Il Tamai, terzo in classifica, crolla 2-5 a Pordenone e viene aggangiano dal Legnago, vittorioso di misura (1-0) sul Giorgione.
Sono da segnalare anche i pareggi tra Union Quinto e Belluno (1-1) e tra Montecchio e Concordia (2-2).

In serie D gir. D, il match tra Este e Bagnolese comincia con un'ora di ritardo a causa della fitta nebbia. Alla fine vince la capolista padovana, 1-0, grazie a un calcio di punizione a giro firmato da Roberto Rondon al 73'. Gli uomini di Zattarin mantengono il primo posto in solitudine, con quattro punti di vantaggio sulla seconda Virtus Castelfranco Emilia.
Nell'anticipo di sabato, A San Miniato, nel Pisano, il San Paolo Padova va a vincere sul terreno del Tuttocuoio 2-0. La vittoria, sofferta, è determinata dalle reti di Zanon al 34' e da Bisso al 93'. Con questi tre punti, il San Paolo sale in una posizione medio alta.
Vincono le veronesi: il Cerea supera in casa 3-1 la Sestese, mentre Virtus Vecomp ha la meglio di misura, 1-0, sul Forcoli.

Per BluRadioVeneto: 
SIMONE FRANCESCON