Porto ok, Treviso solo, il Venezia aggancia il Delta

Versione stampabileVersione PDF

I risultati della altre venete. In prima divisione, il Portogruaro si aggiudica il derby triveneto con la Triestina, mentre il Bassano pareggia a Salò. In seconda divisione, il Treviso si arrende in casa al Mantova e poi batte il Casale. In serie D gir. C, il Venezia raggiunge il Delta Porto Tolle al comando. Nell'altro girone, il Cerea riduce il distacco dal capolista Este.

In prima divisione girone B, vince e convince il Portogruaro di Rastelli, che supera in rimonta la Triestina al Mecchia. Gli alabardati, con l'ex Mattielig, passano per primi con Izzo di testa al 50'. Il Porto non si disunisce e sei minuti dopo pareggia con Fedi. Al 63' Cunico inventa un assist al bacio per l'inserimento perfetto dalla sinistra di Pondaco, il quale buca la difesa giuliana e batte il portiere Viotti. Dopo un rigore fallito da Cunico, il tris portogruarese arriva con Corrazza, che scarica in rete, raccogliendo un assist dell'ex alabardato Della Rocca. Ora il Porto, complice la sconfitta del capolista Pergocrema (2-0 in casa con il Piacenza), si è portato a soli quattro punti dalla vetta. La Triestina invece fatica ad uscire dalla crisi e la società giuliana ha ufficializzato l'esonero del tecnico Discepoli.
Il Bassano, privo di tre giocatori importanti, non va oltre lo 0-0 in trasferta a Salò, contro il fanalino di coda Feralpi. Dopo nove turni, i giallorossi rimangono penultimi in classifica, in compagnia del Latina, con un punto in più rispetto allo stesso Feralpi.

In seconda divisione gir. A, il Treviso perde al Tenni dopo quasi un anno e viene agganciato in testa dal Casale, vittorioso 3-2 a Montichiari.
Il Mantova di Claudio Valigi va in vantaggio quasi subito con Colonetti al 5' e in chiusura di prima frazione il portiere Bellodi para un rigore a Perna. In avvio di ripresa, arriva il raddoppio virgiliano firmato da Franchi e a nulla serve il gol di Ferretti al 90', se non a aumentare i rimpianti di una gara che il Treviso poteva almeno pareggiare. Per gli uomini di Zanin, questa è la prima sconfitta stagionale. Il Mantova, grazie a questo colpaccio giunto alla nona giornata, si porta a quota tredici punti e rasenta la zona play off.
Nel turno infrasettimanale il Treviso espugna Casale 1-0 nel big match, grazie a un goal di Simone Malacarne, e torna da solo in testa alla classifica, con tre punti di vantaggio sullo stesso Casale e sul Cuneo.

In serie D gir. C, il Venezia centra il proprio obbiettivo: vince a Pordenone ed agguanta in vetta la rivelazione Delta Porto Tolle. A Pordenone, dopo un abulico primo tempo e dopo aver subito il vantaggio friulano (Carli al 51'di testa su calcio d'angolo), il Venezia si ricorda di essere il favorito alla vittoria finale. Gli arancioneroverdi pareggiano quasi subito con Zubin su rigore, concesso dall'arbitro per atterramento di Oliveira in area. Oliveira, innescato dal neo entrato Cubillos (vedi foto), sigla il goal del sorpasso, poi, lo stesso Cubillos fissa il risultato sul 3-1 per i lagunari.
Dopo sette vittorie consecutive, il Delta Porto Tolle si ferma all'ottava giornata. La squadra rodigina viene bloccata in casa (temporaneamente allo stadio di Adria) sul 2-2 dall'ostico Union Quinto che, addirittura, sfiora il colpaccio. Il Delta va in goal quasi subito, ma poi i trevigiani riescono addirittura a capovolgere il risultato. Nella ripresa arriva il pari definitivo dei rodigini.
Si riscatta il Tamai che batte, non senza polemiche arbitrali, il Sandonà Jesolo 2-1 e sale a 18 punti, a meno quattro dal duo di testa Venezia-Delta. Per il Sandonà Jesolo segna un gran goal, con una sassata all'incrocio, Matteo Nichele, poi il Tamai capovolge l'esito della gara, grazie anche a un rigore molto contestato.
Il Montebelluna sbanca Castelfranco Veneto e batte 3-1 il Giorgione. Città di Concordia (2-0 alla Sanvitese) e Belluno (2-1 al Gradisca d'Isonzo) vincono due match importanti in ottica salvezza.

In serie D gir. D, l'Este capolista non riesce a scardinare il fortino del Tuttocuoio e torna con un solo punto da Ponte a Egola, nel Pisano. L'Este, ventitre punti, rimane imbattuto, con sette vittorie e due pareggia in nove giornate. Il Cerea approfitta del mezzo passo falso estense e rosicchia due punti ai padovani, salendo a quota venti. I veronesi espugnano 1-0 il campo dello Scandicci, nella provincia fiorentina. Perde invece il San Paolo Pd, 2-0, a Campi Bisenzio, ospite del Lanciotto.Un doppietta dell'attaccante Diop manda al tappeto gli uomini di Fonti. I padovani rimangono ancorati a una posizione di medio bassa classifica a quota undici punti.

Per BluRadioVeneto: 
SIMONE FRANCESCON