Porto secondo, Treviso battuto, Venezia in fuga

Versione stampabileVersione PDF

I risultati delle altre venete. In prima divisione il Portogruaro batte di misura il Frosinone e si porta a due punti dalla vetta, mentre il Bassano impatta con il Prato. In seconda divisione il Treviso cede in casa al Cuneo e torna secondo. In serie D gir. C, il Venezia travolge il Concordia e va in fuga. In serie D gir. D, l'Este rimane primo da solo.

In prima divisione gir. B, alla quindicesima giornata, il Portogruaro batte di misura 1-0 il Frosinone e si conferma, in compagnia del Lanciano, a due sole lunghezze dal capolista Siracusa, vittorioso 2-0 sull'Andria. Al Mecchia, risolve un goal al 28' di  De Sena (vedi foto), abile a smarcarsi in area ed a battere il portiere frusinate Nordi, dopo aver ricevuto un ottimo assist dalla destra. I ciociari, guidati dall'ex Corini, appena subentrato al dimissionario Sabatini, prova a recuperare il risultato nella ripresa, soprattutto con le iniziative in attacco di Santoruvo, ma la difesa del Porto regge bene.
Al Mercante, il Bassano non va oltre lo 0-0 con il Prato, penultimo in classifica. I giallorossi di casa mettono in difficoltà i toscani, ma non riescono mai a trovare il varco giusto. Con questo pareggio, il Bassano rimane quart'ultimo e tutt'altro che tranquillo. Da segnalare anche il successo, un pò fortunoso, della Triestina sul Trapani per 2-1. I rossoalabardati risalgono posizioni in classifica.

In seconda divisione gir. A, dopo una partita dagli sviluppi rocamboleschi, il Treviso cede in casa al Cuneo 2-3.  Al 13' i biancocelesti passano: Spinoza pennella di punizione e imbecca Perna il quale, a centro area, con un piattone infila Pascarella, portiere piemontese. La reazione del Cuneo non tarda ad arrivare. Al 20' Varricchio, ex del Padova e del Treviso, viene servito sul filo del fuorigioco e trova Fantini in area: il trentaseiennne attaccante, ex Cittadella, prima costringe Sartorello al miracolo, poi in seconda battuta ribadisce in rete, pareggiando i conti. Il Cuneo sale in cattedra e, dopo alcuni interventi prodigiosi di Sartorello, passa in vantaggio al 42', quando Cristini mette in rete, sfruttando un traversone calibrato da Di Quinzio. Al 67' Varricchio porta il Cuneo sul 3-1, capitalizzando un assist di Fantini. Il Treviso accorcia le distanza troppo tardi, al 92' ancora con Perna, e il Cuneo conquista al Tenni l'intera posta in palio. Ora, dopo diciassette turni, la classifica recita Casale 34, Treviso 33, Cuneo e Rimini 32.

In serie D gir. C, a Concordia Saggittaria, il Venezia sbriga la pratica nel primo tempo, andando in rete con Florean al 15', Zubin al 21' e Lauria al 44'. I lagunari sembrano non avere più rivali e portano a undici i punti di vantaggio sul Delta Porto Tolle, battuto in casa dal Pordenone, già "giustiziere" del Tamai una settimana fa. Al Bettinazzi di Adria decide Ridolfi con un goal in chiusura di primo tempo.
Risorge il Belluno, vittorioso 2-0 al Polisportivo sul Sandonà Jesolo, sempre più altalenante nei risultati. Le reti bellunesi vengono siglate da Marijanovic al 51' e da Radrezza al 58'. L'Union Quinto espugna Sacile 2-1, mentre il Giorgione viene fermato in casa dagli altoatesini del Sankt Georgen (3-3). Dopo quattordici giornate, la classifica vede il Venezia in testa con 38 punti, seguito a distanza dal Delta a 27, mentre il Tamai e' terzo con 25.

In serie D gir. D, negli anticipi di sabato la capolista Este deve accontentarsi di un punto in quel di Mezzolara. Al 40' del primo tempo, Rondon porta in vantaggio gli estensi su rigore, decretato per un fallo di mano di Ruopolo. Il pari emiliano arriva all'80', sempre con un tiro dagli undici metri, realizzato da Nicolini. Gli uomini di Zattarin mantengono la testa della classifica ma il Virtus Castelfranco Emilia, vittorioso 2-0 sulla Pavullese, si avvicina a meno due dai padovani. Il San Paolo Padova domina a Forcoli, ma alla fine deve accontentarsi di un pareggio che lascia tanto amaro in bocca. Avanti di un gol, i gialloblù vengono raggiunti a sette minuti dalla fine da un rigore assai dubbio. Dopo sedici turni, la formazione di Fonti è sempre a centro classifica a quota ventiquattro punti. Il Cerea impatta 1-1 in trasferta con la Bagnolese, mentre Virtus Vecomp, quarta, vince 3-0 a Sesto Fiorentino.
 

Per BluRadioVeneto: 
SIMONE FRANCESCON