Porto, Treviso e Venezia pari, Este travolgente

Versione stampabileVersione PDF

I risultati delle altre venete. In prima divisione, il Portogruaro impatta e rimane due punti dalla vetta. Il Bassano cade a Piacenza. In seconda divisione, il Treviso pareggia a Chiavari e si allontanta dal primo posto. In serie D gir. C il Venezia viene fermato dal fanalino di coda Gradisca. Nell'altro girone, l'Este asfalta il Rosignano e rimane primo da solo.

In prima divisione gir. B, nell'anticipo di venerdì sera a Prato, il Portogruaro impatta 1-1. Per i lagunari, il goal del provvisorio vantaggio viene realizzato da Corazza, mentre il pari dei toscani arriva a seguito della concessione da parte dell'arbitro di un rigore molto dubbio, trasformato da Pisanu. Il Portogruaro rimane in seconda posizione, a quota venticinque, in compagnia del Lanciano, a due lunghezze di distacco dal Siracusa, che pareggia 1-1 proprio contro gli abbruzzesi.
Il Bassano, invece, si arrende 3-2 al Garilli di Piacenza. Il match, intenso e rocambolesco, vede il Bassano chiudere il primo tempo in vantaggio di due goal, grazie a una doppietta di Guariniello. Nella ripresa il Piacenza sale in cattedra e capovolge l'esito dell'incontro a seguito delle reti di Parola, Guerra e Guzman a un minuto dal termine. Gli uomini di Jaconi sono ora terz'ultimi con quindici punti, mentre il Piacenza, partito con una penalizzazione di quattro punti, sal a quota diciassette.
Il big match tra Spezia e Triestina è in programma in posticipo lunedì alle 20.45.

In seconda divisione gir. A, il Treviso torna con un solo punto dall'insidiosa trasferta di Chiavari, contro l'Entella, il cui campo rimane tuttora inespugnato. La partita è caratterizzata da grande tensione. Nel primo tempo, l'Entella va subito in gol con Lenzoni dopo soli quarantaquattro secondi. Il solito Perna realizza il pari per il Treviso, poi Rosso sbaglia un rigore, ma segna sugli sviluppi del successivo calcio d'angolo, riportando in avanti l'Entella. Nella ripresa il Treviso rimane addirittura in nove uomini, a seguito dell'espulsione di Paoli per doppia ammonizione e Perna (diretto) per un brutto fallo di frustrazione. Sembra finita, ma poi anche l'Entella perde Volpe per doppia ammonizione; il Treviso prende coraggio e trova pari con un altro eurogol di Torromino, che sigla il 2-2 definitivo. Complice il successo perentorio (0-3) del Casale a Valenza, il Treviso scivola a meno tre dai capolisti piemontesi.

In serie D gir. C, il fanalino di coda Gradisca d'Isonzo, una squadra di ragazzini con soli sette punti in classifica, mette per tutto il secondo tempo i brividi ad un Venezia senza un briciolo di nerbo. I lagunari sbloccano il risultato soltanto al 45', con un diagonale di Zubin. Nella ripresa la capolista di rilassa e subisce la reazione del Gradisca, che trova il goal del pareggio a sette minuti dalla fine con Campanella. La tifoseria arancioneroverde invita il direttore sportivo Cinquini a intervenire nel mercato di gennaio, per ridare verve a un Venezia in debito di ossigeno, nonostante il solido primo posto in classifica. Infatti, il Delta Porto Tolle, secondo in graduatoria, dista ancora nove punti. I rodigini battono di misura il Giorgione 1-0, grazie a una rete siglata nella prima frazione da Zanardo al 36'.
Al terzo posto sale il Legnago, corsaro a Belluno, dove si impone 0-1 con una rete di Valente al 69'. I veronesi rimangono a meno uno dal Delta. Continua l'ottimo momento del Pordenone che espugna Città di Concordia con un perentorio 2-4. Solo al quarto minuto di recupero, Dall'Acqua, su rigore, riesce firmare il goal del pari della Sacilese in casa contro il Montebelluna. Il Sandonà Jesolo torna a vincere lontano dallo Zanutto: gli uomini di Tedino si impongono 0-2 a San Vito al Tagliamento, grazie a una doppietta di Canton.

In serie D gir. D, l'Este (nella foto Giacomo Moresco) gioca a tennis e stravince 1-6 sul terreno del Rosignano, nel Livornese. Dopo diciotto turni, la compagine giallorossa mantiene il primo posto in solitudine, con due punti di vantaggio sul Virtus Castelfranco Emilia, vittorioso 4-2 sulla nobile decaduta Ravenna. A Bagnolo in Piano, nel Reggiano, il San Paolo Pd si fa rimontare dalla Bagnolese (2-2) e deve accontentarsi di un solo punto. Sugli scudi è Mazzeo, ex Venezia e Campodarsego, che con un gran tiro realizza il primo centro in maglia sampaolina. I padovani rimangono a metà classifica a quota ventisette. Vince il Virtus Vecomp (0-3) a Mezzolara e sale al terzo posto a meno cinque dall'Este, mentre il Cerea impatta 1-1 a Camaiore.

Per BluRadioVeneto: 
SIMONE FRANCESCON