Recensioni

OWLS - The Night stays

Album scuro, elegantissimo, pieno d'atmosfere accattivanti ma non scontate.

WorldEndCity - Secret Wings

Il loro canto è in lingua inglese, se li ascolti, senza prima conoscerli, puoi portarti oltremanica o probabilmente anche oltreoceano.

STEFANO AMEN - Berlino, New York, Città del Messico

La canzone d'autore italiana ha sempre serbato (o covato) nel suo seno una piccola pattuglia di eretici (o serpi) che poco si sarebbero adattati alla neutralizzazione più o meno postuma (leggi De Andrè) ad opera del dilagante e tentacolare mondo del mainstream politically correct.

STOOP - Freeze Frames

Qui si corre sul pericoloso filo della lama che taglia e separa il pop ed il post rock.

BLACK MOUNTAIN - Wilderness Heart

BLACK MOUNTAIN al loro terzo disco. Ai tempi d'oro del rock lo si riteneva quello della maturità.

SUFJAN STEVENS - The age of ADZ

Prolifico lo è sicuramente, anche se probabilmente ha abbandonato il progetto/monstre di produrre un disco per ciascuno degli stati della federazione statunitense.

SURSUMCORDA - La Porta dietro la cascata

 Il titolo mi ha incuriosito subito: La porta dietro la cascata…l’inarrivabile porta, chissà se c’è? E se c’è, cosa c’è dietro?

Dietro questa porta troviamo i SursumCorda, gruppo lombardo-toscano con una buona  esperienza di colonne sonore e sperimentazione.

S.A.D.O. - Weather Underground

 La prima impressione, di fronte a questo densissimo lavoro, è quella di trovarsi di fronte ad un corpo unico, omogeneo e destinato ad una fruizione non certo superficiale (anche se in effetti non si tratta di un mattone e la leggerezza, con l'ironia, la fa spesso da padrona).

REPLACE THE BATTERY - Daily Birthday

Il post rock rimane ancora sugli scudi. Sarà forse per la complessità della sua struttura e per la "serietà" del suo portato. Fatto sta che risulta difficile ravvisare, nel genere, quella pacchiana clonazione che invece ci ammorba regolarmente in altri generi più lineari e diretti.

Wilbirds and Peacedrums - Rivers (The Retina & Iris EPs)

Il duo assunto agli onori della sia pur labile, cronaca indie internazionale, riunisce in un unico album (il terzo), due EP dalla ragione sociale simile, nella sua essenzialità, ma in realtà, almeno formalmente diversificati nello stile.