Recensioni

KIDDYCAR - Sunlit silence

Il secondo lavoro di Kiddy Car è molto incensato in giro, forse anche per il patrocinio della Rai, ma comunque non a torto.

CLEPSYDRA - In other sunsets

E qui l'equilibrio che dovrebbe contraddistinguere, per definizione, chi cerca di spiegare qualcosa che ha ascoltato a coloro che non l'hanno potuto ancora fare, va a farsi friggere.

AUDIOKISS - Really kind of moving

Musicisti di lungo cabotaggio, con trascorsi connessi a gruppi come In Tua Nua, Hot House Flowers, compongono questo gruppo che nasce evidentemente nell'alveo irlandese

VAN CLEEF CONTINENTAL - Red sisters

E' sempre esistita (sopravvissuta?), all'interno del grande circo controculturale del rock più o meno indipendente, una "frazione" (per usare un termine fortunatamente datato ma che rende l'idea) dedita al culto marginale e romantico del lato oscuro della Cosa; alle atmosfere tenebrose da beautiful losers.

MOJOMATICS - Don't pretend that you know me (2008)

A dispetto di ruggine e tempi che cambiano, il rock grezzo, il garage dei sixties, mai scordato da una nicchia fedele di musicisti e poi imbastardito col blues più malato e romantico, questa musica del diavolo, dicevo, non viene mai meno nella pratica e nell'immaginario.
Neanche nella laguna veneta.

SNIPPLERS - Nipple

Il mondo cambia proprio velocemente. La, ormai adulta, Irma era entrata nel nostro immaginario come l'etichetta di una, più che musica, visione della vita leggera, lounge, effimera e, per i detrattori, futile e superficiale. E' stata l'emblema di quello che fu (mamma mia!, sembrano passati secoli...) l'acid Jazz italiano.

MUFFX - Small obsession

Il pop nelle loro canzoni è sempre presente ed in maniera marcata

VALENTINA DORME - La carne

I Valentina Dorme sono sicuramente cresciuti moltissimo, in disinvoltura di esecuzione e peso specifico di composizione.

SPASULATI BAND - Kilometrando

Un viaggio tra reggae, ska e reminiscenze balcaniche.

JULIANA AQUINO - Disco (meets) Bossa

La Disco-Music vista da chi suona e canta la Bossa. Buon lavoro quello di Juliana Aquino, promettente cantante brasileira, che ha scelto questa forma musicale per farsi conoscere dal pubblico nostrano.